NEWS
    News settimanali
    Gli assicurativi in     borsa
    Nuovi prodotti
     Aziende

  SICUREZZA E     PREVENZIONE     Dati statistici
    Giurisprudenza
    Quesiti
    Notizie
    Dossier-Documenti

  LEGISLAZIONE
    Leggi
    Sentenze
    Circolari

  TUTELA DEL     CONSUMATORE
    Occhio alla truffa
    Reclami
    Ass. dei consumatori
    Modulistica

  TARIFFE

  LE COMPAGNIE

  NUMERI VERDI

  JOB

  DOSSIER
    RICERCHE


  FORUM
  

Assicurativi in borsa (anno 2001)



Il giudizio di Standard & Poor's sulle principali Compagnie assicurative

Indicazioni di Morgan Stanley sulle migliori assicurazioni europee su cui investire

Ras indicazione di acquisto delle azioni

Rating A per la SAI da S and P

UBS conferma il giudizio buy per Generali)

Consob: ipotesi di insider su Toro

Mediolanum: Morgan Stanley conferma rating strong buy

Unipol titolo sottovalutato

Secondo Goldman Sachs i titoli assicurativi hanno una quotazione troppo elevata

"A+" per il Lloyd Adriatico

I rincari nel settore auto spingono al rialzo i titoli delle Compagnie con importanti quote di mercato

Royal & Sun Alliance è stata promossa dagli analisti di Morgan Stanley

Morgan Stanley riduce del 40% target price Mediolanum

Uno studio di WestLB Panmure sugli assicurativi in Borsa

Tre analisi sui titoli assicurativi consigliati per il 2001

Alleanza è il titolo più consigliato per l'acquisto dagli analisti europei

Rumor fanno impennare i titoli Milano Assicurazioni

Goldman Sachs vede buon prospettive di crescita per il mercato vita in Italia

Buona la solidità finanziaria delle Assicurazioni italiane quotate in Borsa

Lehman Brothers riduce il rating di 8 Compagnie Assicuratrici

Anche Schroeder indica al ribasso il rating di alcune Compagnie

In Italia nel 2001 in crescita i titoli delle Assicurazioni attive nella previdenza integrativa

Un'analisi dei bilanci semestrali delle prime 57 Compagnie assicuratrici



Il giudizio di Standard & Poor's sulle principali Compagnie assicurative

Pubblichiamo i rating assegnati da Standard & Poor's ad alcune imprese assicuratrici italiane ed estere operanti in Italia.
Le imprese sono classificate in ordine decrescente dell'ammontare dei premi netti "business" del 1999:

Royal & Sun Alliance Ins. Plc AA-
Lloyd's A+
Zurich Ins. Co. AA+
Generali AA
RAS AAA
Assitalia AA
SAI A+
R+V Allgemeine AA- pi
Gerling Konzerni Allgemeine AA-
Nationale Nederlanden Schaden AA pi
La Fondiaria BBB pi
Gothaer Versicherungsbank A pi
Helvetia Schweiz. Vers. Vers A pi


Torna su


Indicazioni di Morgan Stanley sulle migliori assicurazioni europee su cui investire

Secondo la banca statunitense Morgan Stanley, agli attuali livelli, dopo i ribassi dei primi mesi del 2001 gli assicurativi europei sono diventati nuovamente interessanti, non solo per le valutazioni raggiunte, ma anche per il contesto macroeconomico. Ing e Swiss Re costituiscono i due top picking, con target price rispettivamente a 100 euro ed a 4500 franchi svizzeri, a fronte di 72 euro e 3552 franchi (19 giugno). La prima presenta punti di forza, non solo per ampiezza di copertura dei mercati ed orientamento alla tecnologia, ma anche per l'intensa attività di razionalizzazione che dovrebbe consentire sinergie operative per oltre 500 miliardi di euro; Swiss Re beneficia della crescita globale dei premi non vita, che rafforza il suo ruolo di leader nel business della riassicurazione ed ha ottenuto risultati molto soddisfacenti sotto il profilo del contenimento dei costi. Tra gli altri operatori, vengono privilegiati non solo primari nomi quali Allianz, Generali e Fortis, ma anche imprese minori, come le francesi Cnp Assurances e Scor. Nell'ambito di società più aggressive e dinamiche, le preferenze vanno a Skandia, Mediolanum (peraltro oggetto di una recente indicazione di buy da parte di Merrill Lynch) ed alla tedesca Tecis: questi tre titoli vengono consigliati in chiave di diversificazione in quanto presentano maggiori potenzialità nelle fasi di crescita economica e quindi di debolezza dei bond. In una congiuntura favorevole dovrebbero tuttavia registrare una performance più elevata rispetto al settore.

Torna su


Ras indicazione di acquisto delle azioni

Tutte le principali SIM (es. Deutssche Bank, Ubs Warburg, Jiulius Beer, Eptasim, Abn-Amro) raccomandano di rafforzare le posizioni su RAS, controllata del colosso tedesco Allianz, con l'indicazione di acquisto delle azioni della società. Unica eccezione Banca IMI che conferma l'indicazione di mantenere i titoli in portafoglio. Secondo gli analisti la Compagnia è fra le meglio posizionate per beneficiare del previsto sviluppo della previdenza integrativa, a cui si affianca, nell'ultimo periodo, il miglioramento della redditività dei rami elementari.

Torna su


Rating A per la SAI da S and P

La SAI Assicurazioni per il suo prestito convertibile in scadenza nel 2004 ha ricevuto da S and P il rating 'A' con outlook stabile. Il giudizio e' basato sulla forte posizione di business del gruppo assicurativo, sull'efficiente sistema distributivo e sull'elevata capitalizzazione, rimane invece modesta la crescita nel settore vita e la redditivita'.

Torna su


UBS conferma il giudizio buy per Generali

Ubs Warburg ha confermato il giudizio 'buy' sul titolo Generali ma ha abbassato il target price a 41 euro dai precedenti 42. La banca d'affari sottolinea le buone prospettive del gruppo assicurativo italiano nel medio periodo. Il titolo guadagna il 2,1% a 34,3 euro.

Torna su


Consob: ipotesi di insider su Toro

La Consob ha comunicato di aver trasmesso all'autorità giudiziaria la documentazione raccolta nel corso di un accertamento su un'ipotesi di insider trading riguardanti operazioni sui titoli Toro e Magneti Marelli. Nel corso dei giorni 13,14,16 e 17 marzo 2000 e 28.4-5.5.2000, alla vigilia dell'annuncio del lancio di opa sui titoli delle due società da parte della Fiat, la Consob ha verificato passaggi non chiari di titoli e per questo ha aperto un'indagine.

Torna su


Mediolanum: Morgan Stanley conferma rating strong buy

Morgan Stanley Dean Witter conferma il rating strong buy su Mediolanum e un target price a 15 euro dopo un incontro tra il vertice della societa' e gli analisti. Mediolanum ha raccolto nel primo trimestre 2001 il 52% dei prodotti previdenziali venduti nel mercato italiano.

Torna su


Unipol titolo sottovalutato

Banca IMI, Julius Baer, Rasfin, Mediobanca, ABN-AMRO consigliano all'unanimità di acquistare il titolo Unipol Assicurazioni. Il titolo secondo gli operatori finanziari ha una valutazione decisamente inferiore a quanto ci si potrebbe attendere, rispetto alle potenzialità. Il prezzo oscilla intorno ai 3,5 Euro e attualmente non riesce a trovare una precisa linea di tendenza. Le performance continuano a risentire della bassa visibilità e della scarsa attenzione riservata al mercato da parte del management. Il titolo ha invece buone opportunità di crescita, dal momento che la società si sta progressivamente trasformando da assicuratore tradizionale a fornitore di servizi finanziari a tutto campo.

Torna su


Secondo Goldman Sachs i titoli assicurativi hanno una quotazione troppo elevata

Un report della banca d'investimenti statunitense Goldman Sachs sottolinea che i titoli assicurativi realizzeranno nel 2001 performance al di sotto della media del listino borsistico. Dopo un anno di forte crescita del comparto le società di assicurazione, sono giudicate care per difendere gli investimenti e poco appetibili per coloro che vogliono speculare sui rialzi. Secondo la banca d'affari ci dovrebbe essere una flessione del 17% dei corsi di borsa, prima che le valutazioni ritornino convenienti. Alla crescita del valore azionario non è corrisposta una uguale valorizzazione del portafoglio delle Compagnie. Le poche opportunità di realizzare buoni investimenti sono legate alle sole società attive nella riassicurazione, che dovrebbero beneficiare di una domanda crescente. I titoli preferiti sono quelli di Munich Re e Swiss Re. Per l'Italia Goldman Sachs individua, come meritevoli di acquisto i titoli di due sole società che operano quasi esclusivamente nel ramo vita: Alleanza, il cui prezzo obiettivo è stato individuato in 17 euro e Mediolanum, il cui titolo potrebbe raggiungere un prezzo di 15 euro.

Torna su


"A+" per il Lloyd Adriatico

Standard & Poors, l'agenzia di rating statunitense ha alzato il rating sul credito di controparte in valuta nazionale e quello sulla forza finanziaria del Lloyd Adriatico, portandolo da "A1" al livello "A+". La motivazione è data dal fatto che Lloyd Adriatico gode di una buona posizione aziendale, di un buon livello di capitale, buoni profitti e un buon management, inoltre la Compagnia è strategicamente importante per il gruppo tedesco Allianz.

Torna su


I rincari nel settore auto spingono al rialzo i titoli delle Compagnie con importanti quote di mercato

Il mercato delle assicurazioni auto in Italia ha un valore di circa 30.000 miliardi, pari al 60 per cento di tutto il ramo danni, per questo motivo le Compagnie esposte su questo ramo, come la Sai, prima Compagnia nell'assicurazione auto con una quota di mercato dell'8,16 per cento, Ras con l'8,13, Generali-Assitalia con una quota dell'11 per cento, la Fondiaria con il 5,7 per cento, sono molto sensibili alle variazioni del mercato. La fine del blocco delle tariffe e l'aumento dei prezzi delle polizze, ha così spinto molti investitori a puntare su questi titoli, ipotizzando un miglioramento nel prossimo futuro degli andamenti di bilancio. Abbiamo quindi titoli in controtendenza rispetto al listino di Borsa. Un'analisi rilasciata il 27 marzo da WestLB Panmure giudica Ras "neutral" e le attribuisce un target price di 13,4 euro, mentre giudica Generali "buy" e le attribuisce un target price di 50 euro. Per Sai, due delle ultime otto analisi consigliano di comprare, quattro di mantenere e due di vendere. Tra i rumor correnti vi è quello che vede Sai come potenziale scalatore di Banca Profilo. Best performer è la Fondiaria che ha recentemente rilasciato alcuni dati positivi di bilancio. Nel 2000 l'utile lordo consolidato è salito del 52 per cento rispetto al '99, anche se l'utile netto si è ridotto a causa del maggior tax rate applicato quest'anno. Grazie al più elevato utile lordo, il Consiglio di amministrazione proporrà un dividendo di 200 lire, più alto del 33 per cento rispetto a quello dello scorso anno. Al corso attuale di Borsa il rapporto dividendo/prezzo è pari all'1,71 per cento. Su nove analisti, tre classificano La Fondiaria come strong buy, quattro come hold e due come sell.

Torna su


Royal & Sun Alliance è stata promossa dagli analisti di Morgan Stanley

Gli analisti sottolineano i buoni risultati raggiunti da Royal & Sun Alliance, la seconda più grande compagnia di assicurazioni del Regno Unito nel ramo non vita, nata nel 1996 dall'alleanza tra la Royal Insurance e la Sun Alliance. In particolare gli analisti di Morgan Stanley hanno promosso il titolo Royal & Sun Alliance portando il loro giudizio da neutral a outperform, confidando nelle possibilità del gruppo assicurativo. Il giudizio positivo è stato accompagnato da un target price nei prossimi 12 mesi a 575 pence, contro una quotazione attuale di 519 pence. Il motivo di tanta fiducia nelle potenzialità di questo gruppo assicurativo derivano soprattutto dalla sua scarsa esposizione nel ramo Vita, considerato in questo momento di Borse in burrasca poco attraente. Solo il 17% della raccolta premi di Royal & Sun Alliance deriva dal ramo Vita. Il resto giunge dal comparto Danni per il quale gli analisti prevedono la possibilità di tassi di crescita più elevati.

Torna su


Morgan Stanley riduce del 40% target price Mediolanum

Morgan Stanley Dean Witter haridotto del 40% il target price su Mediolanum da 25 a 15 euro. La banca d'affari ha abbassato il target price motivandolo con l'esigenza di adattarlo alle condizioni del mercato mantenendo pero' il giudizio strong buy sottolineando che il titolo e' ''attrattivo agli attauli prezzi''. Al contrario Goldman Sachs conferma il rating ''outperform'' su Mediolanum e innalza le previsioni sulle stime dei risultati della societa'. Secondo Goldman Sachs gli utili di Mediolanum aumenteranno del 10% e il titolo si apprezzera' del 10-20%.

Torna su


Uno studio di WestLB Panmure sugli assicurativi in Borsa

Uno studio del Gruppo WestLB Panmure sul settore assicurativo europeo ha evidenziato come i titoli degli assicurativi abbiano un duplice motivo di interesse:
1) Come titoli a carattere difensivo sono meno sensibili alla volatilità dei mercati;
2) Le riforme previdenziali nei vari paesi dell'Unione Europea pongono le Compagnie di assicurazione in un momenti di grande opportunità di sviluppo sul versante dei fondi pensione e delle polizze vita. I titoli segnalati come quelli di maggiore interesse sono per l'Europa: CGNU, compagnia britannica con potenziale di aumento fino al 40% Aegon e Fortis compagnie olandesi, Alianz, compagnia tedesca, AXA, compagnia francese, Swiss Re, compagnia svizzera, Munich Re, compagnia tedesca, hanno un giudizio di outperform. Ad ING, compagnia olandese e Skandia, compagnia svedese è stato riservato un giudizio neutrale. Per quanto riguarda l'Italia sono state 4 le imprese a cui WestLB ha dedicato un approfondimento. Alleanza, Generali e Mediolanum hanno un giudizio di outperform, RAS invece ha un giudizio di neutralità.

Torna su


Tre analisi sui titoli assicurativi consigliati per il 2001

La prima analisi è stata eseguita da Financial Trend Analysis (FTA) ed indica i possibili trend borsistici dei principali titoli di Compagnie assicuratrici italiane.

TITOLO TREND
Alleanza moderatamente rialzista
Allianz Subalpina rialzista
Bayerische Vita neutrale
Cattolica rialzista
Generali moderatamente ribassista
INA moderatamente rialzista
La Fondiaria moderatamente ribassista
Mediolanum neutrale
Milano Assicurazioni rialzista
RAS moderatamente rialzista
SAI moderatamente rialzista
Unipol rialzista
Vittoria Assicurazioni ribassista


La seconda analisi è stata eseguita da JCJ Group e consiglia cosa fare rispetto all'acquisto di titoli assicurativi italiani ed europei

TITOLO ITALIANO CHE FARE
Alleanza aumentare
Bayerische Vita tenere
Generali aumentare
La Fondiaria ridurre
Mediolanum aumentare
Milano Assicurazioni tenere
RAS aumentare
SAI tenere
Unipol tenere
TITOLO EUROPEO
AGF comprare
Allianz aumentare
AXA tenere
ING comprare
AMB comprare
Prudential aumentare
Royal Sun Alliance tenere
Skandia tenere
Swisse Re tenere


La terza analisi di Giubergia UBS Warburg presentata all'Italian Insurance Conference indica i "target price" delle principali Compagnie italiane ed europee, con le ipotesi di incremento (upside).

TITOLO ITALIANO TARFET PRICE UPSIDE
Alleanza 60 euro +27,3%
Bayerische Vita 16 euro +25,0%
Generali 49 euro +25,5%
La Fondiaria 4,8 euro -16,1%
Mediolanum 15,4 euro +3,1%
RAS 16 euro +15,0%
SAI 25,1 euro +23,2%
TITOLO EUROPEO
AGF 80 euro +16,5%
Allianz 320 euro +6,7%
AXA 150 euro +4,5%
AMB 140 euro +40,0%
Munich Re 410 euro +17,9%


Torna su


Alleanza è il titolo più consigliato per l'acquisto dagli analisti europei

Il titolo assicurativo che a livello europeo viene maggiormente indicato per l'acquisto è quello di Alleanza. L'80% degli analisti che lo hanno esaminato tra gennaio e febbraio (Goldman Sachs, Banca Akros, Abn Amro, Activest, Commerzbank) ne hanno consigliato l'acquisto per le buone potenzialità di performance. La motivazione è da ricercarsi nel fatto che Alleanza ha un grande sviluppo nel ramo vita, di cui si prevede, anche grazie alla previdenza integrativa privata, una crescita nell'immediato futuro.

Torna su


Rumor fanno impennare i titoli Milano Assicurazioni

I titoli di Milano Assicurazioni in rialzo alla Borsa di Milano. Vivaci gli scambi con il passaggio di mano nella giornata di venerdì 26 di 1,4 milioni di azioni, contro una media giornaliera mensile di circa 493 mila pezzi. Il titolo si mantiene distante dai massimi dei primi giorni dello scorso novembre, ma la voce che la controllante Fondiaria Assicurazioni (azionista del 57,2% del capitale) abbia allo studio la cessione dell'azienda, sta spingendo molti operatori ad acquistare.

Torna su


Goldman Sachs vede buon prospettive di crescita per il mercato vita in Italia

In una ricerca dedicata alle Compagnie assicuratrici vita, la banca d'affari Goldman Sachs, giudica positivamente le prospettive di crescita del mercato italiano in questo segmento. Le Assicurazioni con le migliori prospettive di sviluppo saranno quelle che riusciranno ad avere delle reti distributive efficienti, in modo da contenere i costi e garantire alti tassi di crescita. I titoli su cui puntare individuati da Goldman Sachs saranno per il 2001: Mediolanum perché dovrebbe garantire la migliore crescita nel segmento degli agenti; Alleanza perché ha un valore delle azioni sottostimato; Generali dal momento che ha una buona esposizione sui mercati esteri ad alta crescita.

Torna su


Buona la solidità finanziaria delle Assicurazioni italiane quotate in Borsa

L'ultimo rapporto realizzato da Fitch-Ibca rating, Banca Steinhauslin e Landi & Partners, basato sui risultati semestrali di bilancio delle Compagnie di Assicurazione italiane quotate in borsa, ha espresso un giudizio positivo sulla loro solidità finanziaria e capacità di onorare le polizze. Sono state classificate Compagnie in grado di garantire una sicurezza ottimale ai propri assicurati: Generali, RAS, Alleanza, INA, Unipol, Fideuram. Molto soddisfacente è stato il giudizio dato a Fondiaria, SAI, Toro, Cattolica e Bayerische. Soddisfacente invece per Milano, Vittoria, Allianz Subalpina. Accettabile è stato giudicato il tasso di solvibilità per Italiana, Compagnia controllata da Reale Mutua.

Torna su


Lehman Brothers riduce il rating di 8 Compagnie Assicuratrici

Gli analisti della banca d'affari americana Lehman Brothers, stimando al ribasso l'andamento dei titoli assicurativi sulle Borse europee, hanno abbassato il rating (portandolo da "comprare" a "tenere in portafoglio") di 8 Compagnie: RAS, Bayerische Vita, Swiss Re, AGF, Swiss Life, AMB, Irish Life, St James. Hanno inoltre indicato come sovravalutate del 20% le Compagnie tedesche : Allianz e Munich Re. La decisione è stata presa viste le performance di questi titoli nel corso del 2000, difficilmente ripetibili nel 2001.

Torna su


Anche Schroeder indica al ribasso il rating di alcune Compagnie

La banca d'affari anglo-americana Schroder, visto la crescita delle quotazioni dei titoli assicurativi, che nel 2000 ha avuto un incremento superiore del 24% rispetto al resto del mercato azionario, ha ridotto il rating di 4 Compagnie: AGF, Indipendet, Legal & General, Zurich. Solo Alianz che in Italia controlla RAS, ha avuto un giudizio modificato favorevolmente (da underperform, cioè inferiore all'andamento del mercato, a neutral).

Torna su


In Italia nel 2001 in crescita i titoli delle Assicurazioni attive nella previdenza integrativa

Secondo gli analisti di UBS Warburg, il valore dei titoli del comparto assicurativo italiano, nel 2001, dovrebbe raffreddarsi. Unica eccezione prevista per quei titoli di Società fortemente attive nella previdenza integrativa. La riforma fiscale introdotta nella finanziaria 2001, andrà ad incidere sui prodotti vita, favorendo in particolare quelli a contenuto previdenziale. Avvantaggiate saranno quindi quelle Compagnie che hanno una maggiore penetrazione nel segmento dei lavoratori autonomi, che potranno accedere da subito alle detrazioni fiscali, attraverso i fondi pensione aperti. Per UBS Warburg quindi segni positivi dovrebbero dare i titoli di Alleanza con obiettivo di prezzo a 21 Euro (16 attualmente), RAS che può arrivare a 18 Euro (15,9 attualmente), Generali con obiettivo 49Euro (38,6 attualmente), Bayerische a 16 Euro contro gli attuali 13. Le maggiori aspettative ricadono sul titolo di Unipol Assicurazioni con un obiettivo di prezzo di 4,6 Euro, questo perché grazie al suo legame con le organizzazioni del mondo del lavoro, e all'ampliamento della rete di vendita, avvenuta per nuove acquisizioni (Meie, Aurora, Navale) ed accordi di bancassicurazione, si prevede un suo forte sviluppo nel settore vita.

Torna su


Un'analisi dei bilanci semestrali delle prime 57 Compagnie assicuratrici

Da un'elaborazione tratta dal rapporto della rivista Il Mondo di dicembre, relativa all'analisi dei bilanci al 30 giugno 2000 delle prime 57 Compagnie, siamo a dare alcune tabelle valutative sul comportamento delle varie società, utile per valutarne gestione e strategie.

Redditività (ROE) 1° semestre classifica delle migliori 20 Compagnie

La Venezia   29,85
Cisalpina Previdenza   29,82
Centrovita Assicurazioni   20,78
Dival Vita   18,06
Casse e Generali Vita   15,44
Alleanza Assicurazioni   15,10
Novara Vita   14,42
Risparmio Vita   14,02
Montepaschi Vita   12,75
Winterthur Vita   12,63
Risparmio & Previdenza   11,84
Bayerische Vita   10,31
Milano Assicurazioni   9,85
Lloyd Adriatico   9,46
Fideuram Vita   9,40
Augusta Vita   9,12
Noricum Vita   8,73
Commercial Union Vita   8,34
Roma Vita   7,54
Quadrifoglio Vita   7,34

Raccolta premi totale

Le migliori

La Venezia  25,40
Alleanza Assicurazioni  24,21
INA  20,57
Bayerische Vita  14,35
Ras  11,03

Le peggiori

Assitalia  -7.33
LloydItalico  -5.23
Cisalpina Previdenza  -5.23
Italiana Assicurazioni  -5.23 Nuava tirrenea  -3.93


Gestione degli investimenti (proventi finanziari netti/investimenti medi)

Le migliori

La Venezia  5,85
Alleanza Assicurazioni  +5,72
INA  5,37
Ras  5,02
Aurora Assicurazioni  4,51

Le peggiori

Levante Norditalia  -0,62
Lloyd Italico  1,30
Noricum Vita  1,93
Risparmio & Previdenza  1,94
SAI  1,94

Patrimonio su riserve tecniche

Le migliori

Skandia Vita  294,78
INA  9,19
RAS  46,97
Cisalpina Previdenza  44,88
Toro Assicurazioni  37,78

Le peggiori

Carivita  4,23
SanPaolo Vita  4,35
Assiba  4,67
Dival Vita  4,81
Montepaschi Vita  5,12


Raccolta vita (incremento % premi raccolti

Le migliori

Risparmio & Previdenza  226,31
Risparmio & Previdenza  226,31
Lloyd Adriatico  74,64
Cattolica  71,99

Le peggiori

Commercial Union Vita  -78,02
Wintherthur Vita  -37,39
Centrovita Assicurazioni  -33,10
Risparmio Vita  -29,65


Costi (spese di gestione su premi)

Le migliori

Quadrifoglio Vita  1,56
Noricum Vita  2,18
Carivita  2,89
Duerrevita  2,95
Roma Vita  3,01

Le peggiori

INA  18,4
RAS  17,5
Assicurazioni Generali  14,7
SAI  14,4
Reale Mutua  12,4
Sinistri (rapporto tra sinistri e premi di competenza)

Le migliori

Levante Norditalia  67,40
Vittoria Assicurazioni  71,29
Cattolica  72,98
Milano Assicurazioni  75,01
La Fondiaria  76,46

Le peggiori

Fata Assicurazioni  91,07
Allianz Subalpina  90,35
Assitalia  89.00
Nuova Tirrena  88,89
Lloyd Adriatico  86,29
Spese di gestione sinistri su premi di competenza

Le migliori

Lloyd Adriatico  19,3
Unipol  20,0
Nuova Tirrena  21,2
Sara Assicurazioni  21,4
Meie e Milano  21,4

Le peggiori

Assicurazioni Generali  28,2
Assitalia  27,7
Vittoria Assicurazioni  27,5
Italiana Assicurazioni  26,3
Wintherthur  26,1
Conto tecnico senza redditi finanziari su premi di competenza

Le migliori

Levante Norditalia  4,1
Unipol  1,2
Milano Assicurazioni  0,5
Cattolica  0,4
Vittoria Assicurazioni  0,7

Le peggiori

Assitalia  -15,8
Assicurazioni Generali  -15,5
Fata Assicurazioni  -14,4
Allianz Subalpina  -14,2
Aurora Assicurazioni  -13,9

Torna su




powered by copyright © 2000 Reporting R.P.