NEWS
    News settimanali
    Gli assicurativi in     borsa
    Nuovi prodotti
     Aziende

  SICUREZZA E     PREVENZIONE     Dati statistici
    Giurisprudenza
    Quesiti
    Notizie
    Dossier-Documenti

  LEGISLAZIONE
    Leggi
    Sentenze
    Circolari

  TUTELA DEL     CONSUMATORE
    Occhio alla truffa
    Reclami
    Ass. dei consumatori
    Modulistica

  TARIFFE

  LE COMPAGNIE

  NUMERI VERDI

  JOB

  DOSSIER
    RICERCHE


  FORUM
  

Assicurativi in borsa



Notizie anno 2001



Assicurativi, prospettive per il 2002 (new)

Scivolone del 32% del valore dei titoli assicurativi nel 2001 (new)

Standard & Poor's rivede la valutazione su AXA




Assicurativi, prospettive per il 2002

Secondo gli analisti di FPK (Fox-Pitt-Kelton) è opportuno mantenere un atteggiamento prudente nell'acquisto di titoli assicurativi per tutto il primo trimestre dell'anno, privilegiando titoli relativamente difensivi come: Munich Re, Jardine Lloyd, Thompson. Ai primi segnali di ripresa economica sarà opportuno spostarsi verso le società del settore vita/risparmio gestito, come: AXA, Prudential, Fideuram. Nel portafoglio di breve periodo di FPK, spiccano solo due titoli, Generali e RAS.

Torna su


Scivolone del 32% del valore dei titoli assicurativi nel 2001

Il settore assicurativo ha pagato nel 2001 un trend notevolmente negativo. A fine anno il FTSE eurotop insurance index, l'indice di Borsa delle Compagnie assicuratrici, segnava un arretramento del 32%, quasi il doppio dell'indice generale (-17%). Le imprese italiane non hanno fatto eccezione. Generali, Mediolanum e Cattolica hanno lasciato sul terreno il 25,8%, il 25% ed il 28%, RAS il 20,9%, Fideuram il 39%, Bayerische vita il 43,6%. In controtendenza solo Fondiaria, su cui ha influito lo scontro per il controllo e le azioni risparmio di Alleanza con un +18,6%. Anche Unipol è stata premiata dal mercato con una crescita del 14,4%. Il dato negativo è spiegabile con il fatto che le Compagnie di assicurazione sono grandi investitori finanziari, il calo generalizzato del valore delle azioni ha perciò avuto riflessi notevoli sui bilanci, soprattutto sotto forma di minori commissioni, anche quando i rischi degli investimenti finanziari erano posti a carico degli assicurati (come nel caso delle polizze unit linked).

Torna su


Standard & Poor's rivede la valutazione su AXA

L'agenzia di rating Standard & Poor's ha confermato i ratings a lungo termine "AA" di counterparty credit" e "insurer financial strength" di Axa, valutando positivamente la forte posizione concorrenziale del gruppo, e la sua solvibilità ma ha rivisto la prospettiva, a causa delle difficoltà che la compagnia francese sta attraversando sul fronte della redditività.

Torna su





powered by copyright © 2000 Reporting R.P.